Ritiri e Seminari
Ritiri e Seminari

La Divina Misericordia

La Coroncina e la Novena

 

coroncina divina misericordia.jpg
Immagine JPG [86.1 KB]
NOVENA-DIVINA MISERICORDIA.pdf
Documento Adobe Acrobat [505.4 KB]

LA FESTA

E' la più importante di tutte le forme di devozione alla Divina Misericordia. Gesù parlò per la prima volta del desiderio di istituire questa festa a suor Faustina a Płock nel 1931, quando le trasmetteva la sua volontà per quanto riguardava il quadro: "Io desidero che vi sia una festa della Misericordia. Voglio che l'immagine, che dipingerai con il pennello, venga solennemente benedetta nella prima domenica dopo Pasqua; questa domenica deve essere la festa della Misericordia" (Q. I, p. 27). Negli anni successivi - secondo gli studi di don I. Rozycki - Gesù è ritornato a fare questa richiesta addirittura in 14 apparizioni definendo con precisione il giorno della festa nel calendario liturgico della Chiesa, la causa e lo scopo della sua istituzione, il modo di prepararla e di celebrarla come pure le grazie ad essa legate.

 

La scelta della prima domenica dopo Pasqua ha un suo profondo senso teologico: indica lo stretto legame tra il mistero pasquale della Redenzione e la festa della Misericordia, cosa che ha notato anche suor Faustina: "Ora vedo che l'opera della Redenzione è collegata con l'opera della Misericordia richiesta dal Signore" (Q. I, p. 46). Questo legame è sottolineato ulteriormente dalla novena che precede la festa e che inizia il Venerdì Santo.

 

Gesù ha spiegato la ragione per cui ha chiesto l'istituzione della festa: "Le anime periscono, nonostante la Mia dolorosa Passione (...). Se non adoreranno la Mia misericordia, periranno per sempre" (Q. II, p. 345).

 

Una preghiera semplice ma molto importante dettata da Gesù a Santa Faustina Kowalska con la richiesta di diffonderla il più possibile per la salvezza di tutte le anime.

 


 

  PROMESSA GENERALE :

  Per la recita di questa coroncina Mi piace concedere tutto      cio' che Mi chiederanno.

 

  PROMESSE PARTICOLARI :

 

  1) Chiunque reciterà la Coroncina alla Divina Misericordia   otterrà tanta misericordia nell'ora della morte - cioè la grazia della conversione e la morte in stato di grazia - anche se si trattasse del peccatore più incallito e la recita una volta sola....(Quaderni…, II, 122)

 

 

  2) Quando verrà recitata vicino agli agonizzanti, mi metterò fra il Padre e l'anima agonizzante non come giusto Giudice, ma come Salvatore misericordioso; (Gesù ha promesso la grazia della conversione e della remissione dei peccati agli agonizzanti in conseguenza della recita della Coroncina da parte degli stessi agonizzanti o degli altri)(Quaderni…, II, 204 - 205)

 

  3) Tutte le anime che adoreranno la Mia Misericordia e reciteranno la Coroncina nell'ora della morte non avranno paura. La Mia Misericordia li proteggerà in quell'ultima lotta (Quaderni…, V, 124).

 

  Poiché queste tre promesse sono molto grandi e riguardano il momento decisivo del nostro destino, Gesù rivolge proprio ai sacerdoti un appello affinché consiglino ai peccatori la recita della Coroncina alla Divina Misericordia come ultima tavola di salvezza .

 

  "Con essa otterrai tutto, se quello che chiedi è conforme alla Mia volontà".

Gesù a Santa Maria Faustina Kowalska

 

  Si recita con la corona del Rosario:

 

  + Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

 

   PADRE NOSTRO

Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen

   AVE MARIA

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte. Amen

 

   CREDO

Io credo in Dio, Padre onnipotente, Creatore del cielo e della terra; e in Gesù Cristo, Suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò da morte; salì al cielo, siede alla destra di Dio Padre onnipotente; di là verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa cattolica, la comunione dei Santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna. Amen

 

   Sui grani del Padre Nostro si dice:

Eterno Padre, io Ti offro il Corpo e il Sangue, l'Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio e Signore Nostro Gesù Cristo, in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

 

   Sui grani dell'Ave Maria si dice:

Per la Sua dolorosa Passione, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

 

Alla fine si dice tre volte:

Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale, abbi pietà di noi e del mondo intero.

 

   + Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

 

  O Sangue e Acqua, che scaturisti dal Cuore di Gesù come sorgente di misericordia per noi, confido in Te.

 

 

SI RIPARTE...

:-)

 

CALENDARIO TRIDUI

2020

clicca qui...

Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

Vuoi scriverci?           Se hai domande, richieste o semplicemente vuoi contattarci, scrivici a: info@ritirieseminari.com oppure compila il modulo online

_________________

Se vuoi registrarti alla nostra Newsletter, compila i campi qui sotto:

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
Ritiri e Seminari - Associazione sulla Tua Parola getterò le reti - Italia